Come scegliere una banca sicura

Con 3 facili indicatori
Banche - Indicatori di solidità

Come scegliere una banca sicura

Scegliere una banca sicura non è mai stata un’attività tanto importante come in questo periodo, in seguito all’entrata in vigore il bail-in.

Riprendiamo un post pubblicato da Investimento Libero per scoprire come possiamo fare a proteggere la nostra liquidità e scegliere, in maniera molto semplice, una banca sufficientemente solida.

 

I 3 indicatori di solidità di una banca

 

1 – Utile o perdita della banca

I bilanci delle banche sono pubblici e possono essere consultati molto facilmente.
Il fatto che la nostra banca chiuda il bilancio in utile o in perdita ci può fornire un primo livello di analisi.

Se prendiamo l’esempio della Banca Etruria, osservando i risultati di bilancio, non facciamo fatica a comprendere come fosse decotta da tempo:

  • Bilancio 2012: perdita di 209,9m
  • Bilancio 2013: perdita di 81,2m
  • Bilancio 2014: al 30/09 perdita di 126,1m

Nel giro di quasi 3 anni la banca ha bruciato 417,2 milioni di euro… facile trarre delle conseguenze…

2 – Rapporto prestiti su depositi

Le banche raccolgono denaro dai correntisti per concederlo in prestito lucrando sul margine di interesse.

Più la banca concede prestiti più ha possibilità di guadagnare, ma allo stesso tempo è esposta a rischi nel caso di sofferenze.
Più la banca è conservativa, più è solida.

L’immagine in alto riporta il rapporto prestiti su depositi nelle principali banche italiane: ne esce un quadro decisamente interessante.

3 – Il Tier 1 Capital

Banche - Tier 1 Capital

Il Tier 1 Capital  non è altro che un indice di patrimonializzazione della banca: più il valore è alto e più possiamo stare tranquilli.

 

 

 

 

 

Oltre all’analisi di questi indicatori, facilmente reperibili su internet, è sempre consigliabile di adottare un minimo di buon senso e di diffidare dalle banche eccessivamente “sfrontate” nel proporre strumenti finanziari.

Sicuramente la gestione della liquidità per le imprese è diventato un problema, che può essere gestito con un po’ di attenzione e con specifiche strategie.

 

Fonte: Investimento Libero