Social media: 10 cose da fare subito

AV Social media

Social media: 10 cose da fare subito

Siamo in quarantena ormai da qualche settimana e probabilmente la tua attività commerciale non ripartirà a pieno ritmo ancora per qualche tempo. Non è un periodo facile, ma cercare di non abbattersi e inventarsi qualcosa per le nostre aziende è fondamentale.

Abbiamo pensato quindi di darti qualche dritta su come usare i social media aziendali in questa fase e, soprattutto, su come capitalizzare questa esperienza per il futuro. Non si tratta di attività complicate e nessuna di esse richiede investimenti o strumenti particolari. Ti basta del tempo ed uno smartphone. 

 

1 – Consolida e conversa 

Ci siamo trovati tutti improvvisamente in una condizione “sospesa”, una sorta di limbo nel quale, dovendo rimanere in casa, siamo stati costretti a riorganizzare i nostri spazi ed il nostro tempo. 

Si è determinata una situazione molto democratica, perché coinvolge tutti: ricchi e poveri, manager di successo, commercianti, studenti, professionisti, imprenditori, modelle e sportivi. In ogni angolo del mondo, ognuno con il proprio fuso orario abbiamo solo una cosa in comune: siamo tutti su internet.

Stando in casa l’utilizzo dei social network è aumentato esponenzialmente. Parlando in maniera tecnica, è aumentata l’audience. 

Se ci pensi, questo è un enorme vantaggio da sfruttare: hai la possibilità di parlare con i tuoi clienti ed il tuo pubblico con un clic. E, verosimilmente, in questo momento di realtà “sospesa”, sono anche disposti ad ascoltarti.

Sfrutta questa enorme opportunità in maniera strategica: 

  • consolida il rapporto con i tuoi clienti e conversa con loro
  • rafforza la vostra relazione affinché sia sempre più stretta
  • lavora per creare una vera community
  • conversa con loro.

 

2 – Incrementa la tua presenza sui social

Non smettere di comunicare. Se le tue pagine sono abitualmente attive, non interrompere le comunicazioni in preda alla sfiducia. Se comunichi poco, è arrivato il momento di farlo. 

Incrementare la tua presenza sui social è utile sia, come abbiamo visto sopra, per consolidare il rapporto con la tua audience, sia per incrementare il punteggio di qualità dei tuoi canali. Sì, l’algoritmo che gestisce i feed è programmato per valutare l’autorevolezza dei profili social: maggiore è la qualità dei contenuti, più incrementano i commenti, le menzioni, i like, l’engagement in generale, più il canale ne beneficia. 

Vedrai che con il tempo i tuoi contenuti saranno proposti con maggior frequenza nei feed dei tuoi clienti. Senza dover spendere un euro.

Ti diamo un altro consiglio molto importante: abitua la tua audience e l’algoritmo dei social ad una frequenza di pubblicazione il più possibile stabile. Evita di passare da un post al mese, nei momenti di stanchezza o di maggior carico di lavoro, a cinque post al giorno. Cerca di importi una frequenza il più possibile costante: il ritmo è tutto.

Per quanto riguarda l’orario di pubblicazione, esistono moltissimi tutorial in rete che puoi leggere. La realtà è che non esiste una regola valida per tutti. 

La cosa più saggia è fare diverse prove. Quando avrai uno storico significativo, verifica i dati sulle diverse piattaforme che ti aiuteranno ad avere un riscontro preciso dei giorni e degli orari che garantiscono le migliori performance dei contenuti. Non esiste una regola: dipende tutto dalla tua audience.

 

3 – Come comunicare sui social

Cambia messaggio e tono

Il mondo è cambiato in pochissimo tempo. Le persone sono in difficoltà e sono spaesate, in molti casi hanno perso i propri cari. Molti altri hanno difficoltà economiche. Spesso non va tutto bene e non è tutto rose e fiori. Non vuol dire che finirà il mondo: l’uomo ha superato tante difficili prove, supereremo anche questa.

Proprio perché la vita va avanti e tu DEVI difendere con intelligenza la tua attività, usa i social, ma fallo bene. Il mondo è cambiato e, di conseguenza, devono cambiare anche i tuoi contenuti ed il tono con cui li comunichi

Non ci troviamo più nella condizione di inizio 2020 e probabilmente non ci torneremo più per diverso tempo. I paradigmi della comunicazione sono cambiati del tutto: fanne tesoro. In questo momento basta una parola fuori luogo per rovinare il lavoro di anni. Per farti un esempio, abbiamo ricevuto sulla nostra mail aziendale una mail promozionale da una nota compagnia di trasporto ferroviaria, che ci proponeva uno sconto del 40% sui viaggi aziendali entro il mese di marzo 2020. Tutto questo in piena quarantena. Si tratta chiaramente di una mossa poco studiata. 

Ricorda: sii te stess*, sempre, ma adatta la tua comunicazione al momento attuale. In questo momento le persone hanno bisogno di stimoli intelligenti, umanità e tanta empatia.

No politica ed opinioni 

Lascia perdere complotti e politica: in questo momento i tuoi clienti hanno bisogno di una parola positiva, non di ulteriori informazioni su quello che sta accadendo. Utilizzare i tuoi social, personali ed aziendali, per diffondere notizie a risvolto politico e complottista è, mai come ora, un’arma a doppio taglio. Chi non ti conosce bene, potrebbe farsi un’idea sbagliata su di te e decidere di non utilizzare più i tuoi servizi quando riaprirai. Fai attenzione, il momento è delicato. 

I canali social sono la voce della tua azienda

I social non sono un gioco né tantomeno un passatempo per far passare le ore. Se li usi per la tua attività si tratta di business e come tale vanno gestiti con serietà. Lo ripetiamo da tempo ai nostri clienti, ma oggi ancora di più. Non condividere gattini, giochini e meme inutili. I tuoi canali sono la voce e soprattutto la faccia della tua azienda. Non è un gioco, usali strategicamente come tali. Tutte le volte che stai per premere invio sulla tastiera, conta fino a 300: ne va del successo della tua attività.
Ricorda che ciò che scrivi rimane salvato su qualche server in giro per il mondo a tempo indeterminato. Sì, i post sono per sempre, come diamanti.

Studia, informati, guarda come si muovono i tuoi concorrenti e gli operatori del tuo settore nel mondo. Ne abbiamo già parlato in questo articolo.

Contenuti leggeri e positivi

Cerca di offrire contenuti leggeri e positivi per aiutare i tuoi clienti a distogliere l’attenzione dalla paura e dalla noia.

Trasmetti empatia e vicinanza

Usa i tuoi canali social per trasmettere empatia e vicinanza. La frase che ci sentiamo ripetere costantemente è “Distanti ma vicini”. Esprimi la vicinanza ai tuoi clienti con empatia, cercando quindi di immedesimarsi in loro. Sei un parrucchiere? Spiega alle tue clienti come gestire la ricrescita in questo periodo. Le tue clienti affezionate faranno a pugni per tornare da te quando riaprirai, ma ora hanno bisogno di sentirsi belle e fornire loro qualche informazione su come mettersi a posto con un prodotto da supermercato sarebbe senza dubbio di grande aiuto. Magari fallo con un video o un live (vedi sotto). Oppure fai come You probably need a haircut e inventati un modo per aiutare i tuoi clienti a tagliarsi i capelli da soli.

Personalizza

Personalizza vuol dire “mettici la faccia”. Sì, l’azienda sei tu, sta a te raccontare la nuova quotidianità. Mettici, se possibile, anche la faccia del tuo staff: vedrai, sarà premiante. Racconta la tua nuova routine quotidiana, come utilizzare uno dei tuoi prodotti durante questo periodo, la fioritura del tuo giardino. Insomma, racconta come la tua azienda sta vivendo questo momento.

Racconta le tue eccellenze

Approfitta di questo momento per ricordarti di quali sono le eccellenze della tua azienda. Ricordati quali sono le sue peculiarità e comunicale ai tuoi clienti. Molti avranno nostalgia di te e la relazione con loro ne uscirà consolidata, vedrai. Cerca di farlo con discrezione: evitiamo spottoni markettari autopromozionali. Abbiamo visto sopra che il momento è delicato e basta una parola fuori luogo per rovinare tutto.

Non solo immagini

La comunicazione ad oggi è visuale ed alcuni social tra cui Instagram e Pinterest sono basati sulle immagini. Alcuni social, come TikTok, propongono addirittura solo brevi video. Ricorda di abbinare alle immagini un testo di accompagnamento ben studiato, che contenga le giuste keyword ed i corretti riferimenti alla tua attività, oltre agli immancabili hashtag di settore. 

Perché ti diciamo questo? Perché agli algoritmi che gestiscono i social utilizzano i testi per capire di cosa stai parlando. Sì, esiste anche la SEO per i social network.

Aziende vincenti Social media cose da fare

4 – (Se puoi) usa i tuoi canali social per vendere

Se puoi, usa i tuoi canali social come strumento di vendita: ormai tante attività commerciali si sono lanciate nella vendita online oppure a domicilio. Abbiamo dedicato un articolo specifico a questo tema. Non è detto che questa sia la strategia giusta per te, sia per la tipologia di prodotto che vendi, sia perché non te la senti di fare spedizioni o consegne in questo difficile momento. È comprensibile.

Ma ad oggi il mercato è maturo e non hai idea di quante realtà imprenditoriali, anche piccole, utilizzino in maniera impeccabile i propri social per vendere. Gli strumenti sono tantissimi: ti consigliamo di leggere l’articolo che abbiamo linkato qualche riga più sopra.

 

5 – Buoni regalo

Se non puoi vendere, pensa a dei buoni regalo: incoraggia i tuoi clienti ad acquistare un buono regalo ora, in modo che possano riscattarlo quando l’epidemia sarà rallentata ed il periodo di quarantena terminato. Potrai così offrire ai tuoi clienti qualcosa a cui dedicarsi nel prossimo futuro.

 

6 – Fai video, video-chat, live

Tutor, personal trainer e persino terapisti si stanno rendendo disponibili praticamente su qualunque canale digitale. Utilizza uno strumento gratuito come Google Hangouts, Skype o Zoom per offrire i tuoi servizi da remoto. Preferisci il rapporto diretto? Contatta i tuoi clienti uno ad uno su Whatsapp e fai con loro una videochiamata.

Prendi in considerazione l’avvio di un canale YouTube che consenta ai clienti di vedere i tuoi video quando desiderano.

Vuoi farti pagare qualche euro per i tuoi consigli via video? Pensa ad aprire un account PayPal sul quale farti mandare i soldi.

Puoi anche utilizzare uno strumento gratuito come Loom per registrare il tuo schermo e condividerlo. Un commercialista potrebbe pubblicare un video che descrive in dettaglio come gestire la situazione Covid da un punto di vista fiscale e parlare dei finanziamenti disponibili. 

Non dimenticare che puoi creare live per tutti i tuoi clienti sul tuo profilo Instagram o sulla tua pagina Facebook.

 

7 – Ottimizza i tuoi profili social

Visto che stai dedicando del tempo a migliorare la comunicazione sui social media, ottimizza anche i tuoi profili. Probabilmente è parecchio tempo che non li sistemi: fallo ora. Ogni piattaforma rilascia frequentemente aggiornamenti ed alcuni possono essere utili per la tua azienda.

In breve: aggiorna il logo e verifica che non sia sgranato, aggiorna le immagini di copertina, controlla che i campi NAP siano corretti, sistema le descrizioni, controlla se alcune nuove funzioni possono esserti utili. Ricorda che il web è pieno di tutorial per approfondire i singoli aspetti.
Se c’è qualcosa che non conosci e vuoi approfondire, chiedi a noi.

Non dimenticarti di controllare le recensioni: gestiscile in maniera impeccabile, rispondendo a tutti e ringraziando chi ha dedicato del tempo per menzionarti. Le recensioni sono importantissime, sia in ottica SEO, sia come riprova del valore della tua azienda: stimola i tuoi clienti a scriverne di nuove.
Insomma, usa questo momento per fare le pulizie di Primavera.

 

8 – Campagne a pagamento

I social network sono media e come tali hanno come scopo ultimo quello di vendere.

Se hai un piccolo budget disponibile, valuta di attivare delle campagne promozionali su alcuni dei tuoi contenuti. Definisci molto bene l’audience e collega ai social il tuo sito (se attivi le campagne su Facebook non ti dimenticare di configurare nel sito Pixel) per tracciare le attività sul sito e le conversioni.

Le campagne ti servono per dare visibilità ai contenuti ad un’audience che altrimenti non potresti raggiungere e per migliorare l’autorevolezza delle tue pagine. Tra l’altro avresti anche dei benefici dal punto di vista SEO per il tuo sito. Ovviamente, se fatte bene, ti servono per vendere.

Un’ultima cosa: hai mai sentito parlare del pubblico lookalike? Si tratta di una funzionalità di Facebook che, partendo dal tuo pubblico, ti permette di costruire un’audience che, per caratteristiche, potrebbe avere interesse verso alla tua azienda. E potresti proporti a questo pubblico sosia. Pensaci, è un’ottima opportunità.

 

9 – Piano editoriale

Lo lasciamo in fondo, ma dovrebbe essere messo in alto. Abbiamo detto che i canali social aziendali sono uno strumento di lavoro e di promozione della tua attività. Bene. In un mondo perfetto non dovresti scrivere a braccio, ma in maniera ordinata, sulla base di un calendario editoriale che detti i ritmi e gli argomenti. Nulla di particolarmente complesso: basta un foglio di Excel o un quaderno. Qualunque sia lo strumento, fallo!

 

10 – Capitalizza questa esperienza

Ogni crisi genera opportunità, frase scontata ma quanto mai vera. Cerca di usare questa fase per fare esperienza, per creare un metodo di lavoro, un approccio che utilizzerai anche quando torneremo alla normalità, se mai ci torneremo, anche se forse sarà una normalità “diversa”.

In ogni modo, il lavoro che fai in questo periodo entrerà a far parte della tua routine e ne raccoglierai i frutti, perché i clienti con cui hai consolidato il rapporto non vedranno l’ora di tornare ad una relazione “normale” con te.

 

Insomma, come vedi di cose da fare ce ne sono tante. Non riesci a capire quali siano le tue potenzialità? Compila il form: faremo volentieri due chiacchiere con te, senza impegno alcuno.

Ps: la situazione è critica per tutti e non c’è una ricetta con garanzia di risultato. Questi consigli che ti stiamo dando li applichiamo anche noi nella nostra quotidianità. Sperando che, per ognuno di noi, andrà tutto bene.


Iscrivermi alla vostra newsletter